Attenzione: seguire il GS Trophy può creare dipendenza.

1. L’edizione 2020 si tiene in Nuova Zelanda. Un Paese con un territorio clamoroso, infinito e fuori dall’ordinario, che vale la pena scoprire in ogni sua emozione. Le squadre in gara attraverseranno foreste pluviali e altipiani, lambiranno fiordi e ghiacciai, sfideranno catene montuose ed eterni boschi secolari. Un luogo nel mito, i cui silenzi saranno interrotti solo dal rombo delle nostre moto.

2. Il GS Trophy non è una gara motociclistica, ma un’avventura dove le persone si mettono in gioco, accettano ogni giorno una sfida, con se stessi e con la natura, con la conoscenza e la tecnica. Storie di uomini e donne, delle loro paure e del loro coraggio. Del loro, del nostro, bisogno di libertà.


3. Tifiamo Italia. A rappresentare il nostro Paese quest’anno, dopo aver superato le qualificazioni nazionali, tre appassionati di GS. Alberto, Federico e Michele lasceranno i loro uffici e le loro case di Padova, Terni e Modena per volare in Nuova Zelanda e portarci dentro ad un grande, epico, avventuroso, sogno.

4. La versatilità assoluta e le infinite possibilità della F 850 GS, la moto con cui i piloti attraverseranno ogni tipo di terreno e difficoltà durante l’avventura neozelandese. Una dimostrazione di carattere definitiva per il nostro bicilindrico da 95 CV.

5. L’incredibile esperienza del GS Trophy ha permesso a BMW Motorrad di formare team di partner ufficiali in tutto il mondo per consentire agli appassionati di vivere il loro sogno offroad. Nasce con questo fine “Follow the Trails”, il format di tour motociclistici per seguire i percorsi delle edizioni del GS Trophy in Nuova Zelanda, Mongolia, Thailandia e Sudafrica.