BMW Concept R 18 /2: il Big Boxer stupisce ancora.

Al centro c’è sempre il monumentale Big Boxer BMW da 1.800 cc. Ma il vestito continua a cambiare. Dopo “Departed” del customizer giapponese CUSTOM WORKS ZON, dopo “The Revival Birdcage” di Revival Cycles (USA), e dopo la BMW Motorrad Concept R 18, presentata la scorsa estate al concorso di Villa d’Este, in occasione di EICMA è arrivata l’ultima interpretazione di una custom cruiser dalle mille anime, che è già diventata un mito.

La BMW Motorrad Concept R 18 /2 è un’ulteriore conferma del potenziale creativo e del fascino infinito che si può sprigionare partendo dal Big Boxer BMW.

È completamente diversa rispetto alla prima Concept R 18. Quanto era purista e stilisticamente “storica” la moto presentata a Villa d’Este, tanto è dinamica, moderna e ispirata alla performance questa “Slash Two” (così si pronuncia in inglese il suffisso /2). Abbiamo qui una una vera custom sportiva e al passo coi tempi.

La silhouette della BMW Concept R 18 /2 parte da un cupolino piccolo e filante che ricorda un po’ la BMW R 90 S degli anni Settanta. Dietro si cela un manubrio minimalista. Il serbatoio a goccia e il sellino fluiscono poi verso un codino corto.

L’accoppiata del cerchio anteriore da 19 pollici e posteriore da 16 fornisce un look in stile dragster. Pinze dei freni Brembo e scarico Hattech aggiungono un ulteriore tocco di eccellenza e completano il look.

La colorazione Cand Apple Red metallizzata mette in risalto l’aspetto dinamico, cambiando tonalità fino a rendere note nerastre a seconda dell’angolazione della luce e del movimento.

Il carattere unico di questa moto emerge anche dai fregi grafici su serbatoio e codino, così come dalla cromatura Concept R 18 /2 in bella mostra sul Big Boxer e da un carter di colore grigio pietra decisamente aggressivo.

Dopo la BMW Motorrad Concept R 18 l’obiettivo della Concept R 18 /2 è dimostrare quanto può essere flessibile questa coppia di motore e sospensioni come punto di partenza per la customizzazione, e quanto è facile realizzare moto con stili molto differenti. Devo ammetterlo, siamo rimasti stupiti quando ci siamo accorti come era possibile portare questo boxer concept dagli anni ‘30 attraverso gli anni ‘80 e fino al 2000” ha spiegato Bart Janssen Groesbeek, BMW Motorrad Vehicle Designer per i Big Boxer Concepts.

Intorno a quel due cilindri boxer da 1800 cc, dotato di un sistema di raffreddamento ad aria e olio, hanno già preso forma i desideri di ogni sognatore delle due ruote. Un’icona che per ora è solo un concept, ma che non vediamo l’ora di veder sfrecciare nella giungla urbana!