For italians only

Realizzata da noi (BMW Italia) e solo per il mercato italiano, arriva la R 1200 R Black Edition. Una nuda che unisce due aspetti solitamente in lotta fra loro: performance ed eleganza. Perché dinamismo e prestazione non sempre fan rima con... ostentazione.

Se c’è una cosa che a noi nessuno insegna, è lo stile. Black Edition è una versione speciale della R 1200 R, realizzata in Italia, solo per l’Italia e con determinate caratteristiche. È qualcosa di elegante, di discreto, sa di sportività non urlata e ostentata, bensì celata. È l’understatement amato da certi professionisti, da un pubblico maturo, colto, abituato al basso profilo e alla sostanza delle cose. Della Black Edition, pronti via colpisce subito il total black, la sua sobrietà, enfatizzata dei filetti alpinewhite estesi a parafango anteriore, cornice faro anteriore, pannelli laterali serbatoio, pannello centrale serbatoio e fianchetti laterali codino. L’unico contrasto forte è l’oro della forcella rovesciata, ma quella è tecnologia… Glielo si perdona. Anzi, è un “fermacravatta” su una puntaspilli di qualità. Poi c’è un dettaglio dedicato alla praticità: le borse rigide, con gusci grigi e non neri (se no diventa troppo leccata…). Perché va bene la performance (che comunque non deve obbligare a sacrifici abitativi!), ma due cose vogliamo pur portarle?! BMW Italia sembra davvero aver letto nel pensiero di tanti di noi… Parlando di optional, invece, la moto è configurata in modo fisso, ovvero esce così come la si vede (è possibile, a richiesta, solo aggiungerle altro). E la dotazione comprende:

– Pacchetto Comfort (cromatura scarico + manopole riscaldate + RDC)
– Dynamic ESA
– Faro e frecce a Led
– Parabrezza Sport- Portapacchi
– Supporti valigie
– Valigie

Ma la notizia più bella riguarda il portafogli! Se acquistassimo questa moto a listino, costerebbe quasi 2.000 euro in più. Invece la Black Edition costa 15.900 euro, chiavi in mano e primo tagliando incluso. Che dire… di solito le special version si pagano, qui invece si risparmia pure. Italians do it better, e non solo nello stile!