C 400 X.

Muscoli e spigoli. Modernità e possenza concentrati in un corpo piccolo, con uno sguardo tanto BMW (GS family). Lo guardi e pensi a questo. C 400 X è uno scooter che parla con le sue forme. Rientra nelle “medium size”, cioè nelle taglie medie, e va ad affiancare dal basso i più grossi C 650. Segue uno schema classico: telaio tubolare in acciaio, motore oscillante con trasmissione a variazione continua CVT e due ammortizzatori posteriori. Ruota anteriore da 15” e posteriore da 14”, sella a 775 mm da terra.

I suoi 350 cc forniscono 34 CV a 7.500 giri, moderati dal controllo di stabilità ASC. Forcella tradizionale e pinze freno ad attacco radiale (tre freni a disco). Vano sottosella capiente, in cui si possono stipare due caschi, un jet e un integrale. Dove è tanto BMW è nella dotazione, con fari a led e strumentazione TFT in grado di connettersi. Ma, ancora una volta, sono le sue forme ad essere tanto BMW: perché moderne, tese, ricche di vuoti/pieni, colme di spigoli raccordati, di tensione dinamica. Un andamento mosso che siamo abituati a vedere nel mondo auto, grazie anche un nuovo metodo di lavorazione degli stampi delle carrozzerie che consente ai designer di ottenere forme più coraggiose. Se non è Monaco a innovare, chi lo può fare?