L’Italia vista da voi.

“Abito a Forlì. Primi giri di riscaldamento: Passo del Muraglione e poi Delta del Po in un giorno. Secondo giro: Maiella, Parco Regionale Sirente Velino, Parco Nazionale del Gran Sasso, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, giro di 3 giorni. Terzo giro programmato: rifarò con amici la Route des Grandes Alpes, 5 giorni. Il tutto inframmezzato da un week end con mia moglie alla scoperta dei Borghi più belli tra Emilia, Toscana, Marche, Veneto”. Purché sia Italia. La “nostra grande e bella Italia”.

Le risposte all’ultimo sondaggio di BMW Motorrad (quale sarà la vostra prima sfida dopo lo stop forzato?) rasentano l’univocità assoluta, e non esiste lockdown capace di intaccare la vostra consapevolezza: quella di vivere in uno dei Paesi più belli del mondo, una terra che ora possiamo – anzi dobbiamo – riscoprire da cima a fondo, mettendoci in marcia su “nuove-vecchie strade da vivere chilometro dopo chilometro”.

Non siete stati tutti dettagliati come il nostro amico romagnolo, ma le vostre dritte meritano di diventare una lista di meravigliose suggestioni da prendere in considerazione: “due giorni in Costiera amalfitana”, “ritornare sui calanchi romagnoli e nelle colline riminesi”, un’escursione sui passi dolomitici, un tour della Toscana, ma anche un “gran bel giro assieme a un vero amico”, non importa dove. Mari, monti, colline, da Nord a Sud, alla scoperta delle “strade secondarie della Basilicata” o dei rifugi abruzzesi. Quello che importa è partire. Anche senza sapere dove andare. Finché un passo di montagna, la riva di un fiume o una piccola marina sperduta sulle coste dello Ionio non ci diranno “benvenuto a casa”.