Sulla vetta del K 1200.

Un viaggio senza fine: ecco come la BMW K 1200 S di Francesco Loreti è arrivata a quota 500mila km. Senza mai cambiare motore. Applausi.

A bordo della sua K 1200 S ha viaggiato tutto il mondo. Capo Nord, Kazakistan, Marocco, Turchia, Isola di Man, Senegal, Islanda, Siria, Libia… Ma per raggiungere la destinazione più estrema di tutte, gli è bastato uscire di casa una sera, lo scorso 6 marzo, qualche giorno prima delle restrizioni anti Covid che hanno flagellato il nostro Paese. È stato proprio durante quel piccolo tragitto a due passi da casa, che Francesco Loreti, perugino, professione avvocato, ha visto il suo contachilometri segnare il numero più ambito da tutti i veterani, BMWisti e non solo: 500mila. Percorsi con lo stesso motore. Mani che vorrebbero applaudire, facce incredule, il sospetto che sia una fake news. E invece è tutto vero. 500mila km a bordo della stessa moto sono una cifra pazzesca, il corrispettivo di svariati giri del mondo, un viaggio infinito che Bucefalo – questo il nome che Francesco diede alla sua compagna di viaggio 15 anni fa – ha sostenuto senza tradire il suo padrone, senza lasciarlo per strada, senza fargli smettere di sognare la prossima destinazione e organizzare il prossimo viaggio. 

Nel 2015, durante i BMW Motorrad Days di Garmisch, Francesco era stato premiato per aver superato i 300mila km, mentre un suo video, girato in occasione di un intervento al motore a 316mila e poi caricato su YouTube era già diventato virale. Mancava solo l’entrata dalla porta principale nel ristrettissimo club dei 500k. Fatto anche questo.